Non basta Caicedo, la Lazio s’è smarrita. E la Juve ringrazia. Colpo salvezza del Lecce

Dopo la sconfitta col Milan, altro passo falso della squadra di Inzaghi. Liverani esce dalla zona calda grazie a Babacar e Lucioni, Mancosu sbaglia un rigore. Espulso Patric per morso a un braccio di Donati

Dopo la sconfitta con il Milan, la Lazio perde anche a Lecce e sembra non aver più energie per rincorrere la Juve. Tre punti d’oro per Liverani, che esce dalla zona retrocessione. Primo tempo con tante emozioni, fin dall’inizio. Al 3′ gran sinistro dal limite di Mancosu nel sette, annullato però dopo il ricorso alla Var per un tocco di braccio dell’attaccante. Sul ribaltamento di fronte la Lazio passa con Caicedo, che approfitta di un’uscita goffa di Gabriel. Il portiere si riscatta più tardi fermando Immobile dopo una bella progressione palla al piede. Il Lecce resta in partita e trova il pareggio con Babacar, bravo a sfruttare di testa un cross di Falco. Nel finale ancora protagonista la Var, che prima non ravvisa irregolarità in area leccese, mentre è considerato da rigore un tocco con il braccio di Patric, in scivolata, per fermare Calderoni. Dal dischetto, però, Mancosu spara alto. In avvio di ripresa, da azione d’angolo, Lucioni di testa segna il 2-1. Poi Gabriel (più volte) e Petriccione salvano il risultato. Nel recupero Patric morde un braccio a Donati e viene espulso.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: