Juventus Atalanta ultime news

Sabato sera la sfida allo Stadium, tra i bianconeri rientra De Ligt

De Ligt  e CR7 © ANSA

Juventus Atalanta sarà la sfida più importante del prossimo week end di Serie A. Il match è in programma sabato sera alle 21:45 allo Stadium.

In casa bianconera ci sarà De Ligt al posto di Rugani: quello dell’olandese è il ritorno più atteso dai bianconeri, forse più dello stesso Dybala, per ripartire dopo la sbandata di San Siro contro il Milan. L’argentino e l’olandese torneranno a disposizione dopo il turno di stop per squalifica, doppio rientro importante per Sarri: senza Dybala l’attacco ha perso, ma sopratutto il reparto arretrato bianconero è andato in grande difficoltà.  Ora, però, contro la macchina da gol Atalanta servirà anche e soprattutto De Ligt: c’è da fermare una corazzata offensiva da 85 reti in campionato, 102 stagionali considerando anche Champions e Coppa Italia. In serie A, era da 60 anni che una squadra non viaggiava a medie del genere, da 2.74 reti a partita in campionato, e Sarri comincerà a lavorare per contenere la furia offensiva di Gomez e compagni. Lo farà da oggi, quando la Continassa riaprirà i cancelli dopo le 24 ore di riposo concesse, anche se un bianconero si è presentato comunque al quartier generale di via Traves: ed è stato proprio De Ligt, il quale ha svolto una seduta personalizzata. Ci saranno anche tutti i suoi compagni, compresi Chiellini e Alex Sandro, tornati a disposizione proprio per l’ultima trasferta di San Siro. Fermi ai box restano De Sciglio, Demiral e Khedira, la coperta si sta pian piano allungando, come si augurava Sarri in vista del rush finale di campionato. Per l’Atalanta rientrerà anche Dybala, il quale ha scontato la squalifica ed è pronto a tornare al centro dell’attacco, con il connazionale Higuain destinato almeno inizialmente alla panchina.

In casa dell’Atalanta c’è entusiasmo. Le vittorie consecutive dalla ripresa del campionato sono sei, su altrettante partite, ma considerando anche quelle precedenti al lockdown, e la Champions, diventano addirittura 11. Sono poche le squadre in Europa a vantare la nona di fila, 85 gol in campionato e 102 in stagione, sorpasso all’Inter (66 punti a 64; Lazio seconda a 68) da terza per 24 ore. L’Atalanta, sempre a bottino pieno dal rientro dal lockdown come Real Madrid (7) e Bayern Monaco (9), vola sulle ali dei grandi numeri. A -9 dalla Juventus, da visitare sabato: “Lo scudetto di Bergamo è che in terapia intensiva non ci sono più malati di Coronavirus”, così l’allenatore Gian Piero Gasperini dopo il 2-0 alla Sampdoria. Oggi, a Nyon, i sorteggi dei quarti di Champions: “Dove questo spirito sarà il valore aggiunto. Siamo più uniti, siamo rinati come recita l’inno di Roby Facchinetti suonato nelle partite in casa”. Una forma di riscatto dalla paura e dai più di 6 mila morti in provincia. L’Atalanta non subisce gol da tre partite, ha ritrovato i ‘Tre Tenori’, Gomez, Ilicic e Zapata, insieme dal fischio d’inizio (non succedeva da Lecce, primo marzo) e ha anche Muriel, 10 reti su 17 (2 più dello sloveno) in campionato partendo dalla panchina. Un collettivo che vira dal 3-4-1-2 al 4-2-3-1 per attaccare meglio ai fianchi può riservarsi il lusso di far partire tra le riserve Malinovskyi, che poi entra e serve dalla bandierina l’assist per l’incornata del vantaggio di Toloi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: