Una Juve “ rigorosa “ mette le mani sullo scudetto battendo la Lazio 2-1

Scudetto. Parola cara alla Juventus che, grazie al successo sulla Lazio, vede il traguardo sempre più vicino. Per la nona volta di fila. Basta una Signora risolutiva, capace di superare una formazione in palese crisi d’identità e di risultati, trascinata dalla doppietta di Ronaldo. Che, a quota 30 goal, condivide la vetta della classifica marcatori con Immobile.

Senza lo squalificato Bernardeschi, Sarri decide di mantenere Cuadrado nel ruolo di terzino destro. Dentro gli acciaccati De Ligt, Bonucci e Bentancur. Rabiot preferito a Matuidi. Douglas Costa dall’inizio con Dybala (per via del ko nel riscaldamento di Higuain) e Ronaldo. Simone Inzaghi, alle prese con l’emergenza infortuni, concede una chance dall’inizio ad Anderson. Per il resto, scelte obbligate, con il solito tandem offensivo composto da Caicedo-Immobile.

La prima conclusione della partita se l’aggiudica Douglas Costa che, con un mancino dalla distanza, non trova Strakosha impreparato. Successivamente, invece, il destro di CR7 va abbondantemente a lato. Alex Sandro, di testa, è sempre pericoloso: goal a Reggio Emilia, palo contro la Lazio. Biancocelesti che, dal canto loro, ci provano con Cataldi da fuori area. Rabiot e Ronaldo a sfiorare il vantaggio, che anche la Lazio annusa con il legno colpito da Immobile.

Beef

In avvio di ripresa, con l’ausilio del VAR per un fallo di mano targato Bastos, Madama la sblocca dagli undici metri con il solito Cristiano Ronaldo. Dopodiché, in uscita, è Luiz Felipe a commetterla grossa: assist di Dybala, doppietta per il lusitano. Che, inoltre, ha anche l’opportunità di portare a casa la tripletta. Fermato dai centimetri e dalla traversa.

Bonucci, con una lettura sbagliata, porta Immobile dagli undici metri. Che non fallisce. Punizione di Milinkovic Savic a spaventare Szczesny, ma è vittoria Juve. Alla Lazio, al di là della solita abnegazione, resta un punto nelle ultime cinque gare. 

IL TABELLINO

Juventus-Lazio 2-1 (0-0).

Juventus (4-3-3): Szczesny, Cuadrado, De Ligt, Bonucci, Alex Sandro, Ramsey (12′ st Matuidi), Bentancur, Rabiot, Douglas Costa (12′ st Danilo), Dybala (43′ st Rugani), Ronaldo (77 Buffon, 31 Pinsoglio, 28 Demiral, 42 Wesley, 5 Pjanic, 38 Muratore, 21 Higuain, 35 Olivieri, 46 Zanimacchia). All.: Sarri.

Lazio (3-5-2): Strakosha, Bastos, Luiz Felipe (44′ st Falbo), Acerbi, Lazzari (44′ st Moro), Milinkovic-Savic, Cataldi (30′ st Andre Anderson), Parolo, Djavan Anderson (21′ st Vavro), Immobile, Caicedo (21′ st Adekanye) (23 Guerrieri, 24 Proto, 13 Armini). All.: Inzaghi.

Arbitro: Orsato di Schio.

Reti: nel st 6′ rig. Ronaldo, 9′ Ronaldo, 38′ rig. Immobile.

Angoli: 7-4 per la Lazio.

Recupero: 3′ e 5′.

Ammoniti: Djavan Anderson, Alex Sandro, Bonucci, Danilo per gioco falloso.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: