L’Inter bella di notte vola in semifinale

Un’Inter imperfetta ma tostissima piega 2-1 il Bayer Leverkusen e si merita la semifinale (in Coppa non ci arrivava dall’anno del Triplete) di Europa League di lunedì prossimo, sempre a Dusseldorf. L’avversario uscirà da Shakhtar-Basilea, in programma domani sera. Decidono Barella e Lukaku – uomini simbolo anche per come lottano sino alla fine -, alle Aspirine non basta un acuto della stellina Havertz in un match che andrà agli archivi anche per i due rigori che Del Cerro Grande assegna e poi toglie ai nerazzurri dopo aver consultato il Var

Bayer Leverkusen nel quarto di finale di Europa League giocato a Dusseldorf ed accede alla semifinale.

LA CRONACA

Reti tutte nel primo tempo. A segno Barella e Lukaku per i nerazzurri, Havertz per la formazione tedesca. L’arbitro ha concesso due rigori all’Inter, uno per tempo, ma in entrambe i casi, dopo aver consultato il var, li ha poi convertiti in punizioni a favore del Leverkusen.

2-1 finale: i nerazzurri sprecano tanto ma sono qualificati.
2-1 fine pt: Barella 15′. Lukaku 21′, Havertz 24′. Occasioni: Barella, Lukaku. VAR nega rigore a nerazzurri.
2-1: al 24′ pt Havertz vince un rimpallo, scambia ed entra in area, e liberissimo puo’ battere Handanovic.
2-0: al 21′ pt Lukaku protegge palla in area, subisce fallo, e mentre cade insacca da terra in diagonale.
1-0: al 15′ pt dopo un tentativo di Lukaku respinto, Barella intercetta e con l’esterno destro la piazza.

Sulle spalle larghe e muscolose di Romelu Lukaku, l’Inter vola in semifinale di Europa League, lì dove non arrivava da dieci anni. A Dusseldorg il belga trascina i nerazzurri contro il Bayer Leverkusen in una prova di forza: tedeschi ko 2-1 e biglietto per il penultimo atto conquistato. Cuore e grinta nel segno di Antonio Conte, anche nei momenti di sofferenza, in una partita che Handanovic e compagni dominano più di quanto non dica il punteggio, con il solito problema di non riuscire a chiudere le partite. Ma c’è tanto di Lukaku, tra sportellate e falli subiti, nella prestazione nerazzurra, con il ritorno sugli scudi anche di Eriksen e Godin. E ora bisogna solo aspettare la sfida tra Shakhtar e Basilea per sapere chi sarà la rivale nella semifinale in programma lunedì 17 agosto sempre a Dusseldorf.

C’è grande soddisfazione, abbiamo fatto una buonissima partita, non abbiamo mai fatto giocate tranquillo il Leverkusen grazie ad un grande pressing, ma i ragazzi sono stati bravi anche nella fase di possesso”. Antonio Conte può gioire, ai microfoni di Sky Sport, per il successo per 2-1 sul Bayer che ha portato l’Inter in semifinale di Europa League. “Potevamo stare più tranquilli perché abbiamo avuto tante occasioni del 3-1 e saremmo stati più sereni nel finale” il suo unico rammarico. “I giocatori hanno proprio dimostrato la voglia di far vedere che quello che hanno fatto in campionato è qualcosa di importante che può avere una prosecuzione in Europa – ha aggiunto Conte – Ora bisogna pensare al prossimo avversario perché vogliamo provare a fare il massimo, dobbiamo arrivare al massimo senza rimpianti”. Lukaku, autore del 2-0, è stato uno dei pilastri del successo: “E’ difficile parlare dei singoli dopo una prestazione di squadra come questa – ha commentato Conte – Romelu sta facendo una stagione importante, supportato dalla squadra che lo mette nelle condizioni di esprimersi al massimo, come forse mai gli è riuscito prima”.

Problema muscolare per Alexis Sanchez, attaccante dell’Inter, nella sfida contro il Bayer Leverkusen in Europa League. Il cileno si è fermato all’88’ per un risentimento al flessore della gamba destra, come spiegato dal club nerazzurro, rimanendo in campo negli ultimi minuti con una fasciatura e zoppicando vistosamente. Le condizioni dell’ex United saranno valutate nei prossimi giorni: a rischio la semifinale di lunedì.

Inter (3-5-2): Handanovic, Godin, De Vrij, Bastoni (39′ st Skriniar), D’Ambrosio (14′ st Moses), Barella, Brozovic, Gagliardini (14′ st Eriksen), Young, Lukaku, Lautaro (19′ st Sanchez) (27 Padelli, 12 Sensi, 13 Ranocchia, 20 Valero, 30 Esposito, 32 Agoumé, 34 Biraghi, 87 Candreva). All.: Conte.
Bayer Leverkusen (4-2-3-1): Hradecky, L. Bender (40′ st Bellarabi), Tah, Tapsoba, Sinkgraven (23′ st Wendell), Palacios (14′ st Bailey), Baumgartlinger (23′ st Amiri),Havertz, Demirbay, Diaby, Volland (40′ st Alario) (28 Ozcan, 36 Lomb, 6 Dragovic, 23 Weiser, 27 Wirtz). All.: Bosz.
Arbitro: Carlos del Cerro Grande (Spa).
Reti: nel pt 15′ Barella, 21′ st Lukaku, 25′ Havertz. Angoli: 3-6. Recupero: 1′ e 6′. Ammoniti: D’Ambrosio, Sinkgraven, Eriksen, Tapsoba, Barella per gioco falloso, L. Bender e Conte per proteste.

Il Manchester United ha battuto 1-0 il Copenhagen nel quarto di finale di Europa League giocato a Colonia ed accede alla semifinale. La rete decisiva l’ha segnata Bruno Fernandes su rigore, al 5′ del primo tempo supplementare, penalty fischiato per un fallo su Martial. Greenwood e Bruno Fernandes avevano colpito i pali nella ripresa.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: