Ufficiale: Covid, Briatore: problemi di prostata, ho fatto il tampone. Positivo? Può darsi. La verità

Flavio Briatore, 70 anni

Lʼimprenditore minimizza dopo le notizie sulla sua salute e, dalla sua camera dʼospedale, assicura: “Mi sento molto bene”. Poco prima del chiarimento il suo staff aveva diffuso una nota sulla situazione

Coronavirus, Flavio Briatore ricoverato a Milano

Coronavirus, Flavio Briatore ricoverato a Milano

“Ho solo una prostatite forte, domenica sera sono andato al San Raffaele a Milano e mi hanno ricoverato”. Lo afferma Flavio Briatore,proprietario del Billionaire in Sardegna. “Intanto che ero qui, ho fatto il tampone e ancora non so se sono positivo”, prosegue. “Può darsi che lo sia, coi venti che ci sono in Sardegna”. Briatore precisa di avere al momento “un’infiammazione alla prostata e quasi nient’altro. Ma mi sento bene, molto bene”.

La telefonata dall’ospedale – Al termine di una giornata in cui la notizia sulla sua positività al virus ha fatto il giro del web, l’imprenditore prende il telefono e chiama il “Corriere” per fare chiarezza. E racconta di aver solo una prostatite. La voce al telefono non sembra quella di uno che abbia difficoltà a respirare.

Poi interrompe la conversazione perché “sono entrati due dottori e uno è grande e grosso”. Più tardi, via WhatsApp, dice di essere sotto flebo e di non poter parlare. E a un’altra domanda sul tampone la replica è “Io sto bene”. 

Nessuna smentita nella nota dello staff – Poco prima della telefonata di Briatore, martedì pomeriggio il suo staff aveva diffuso un comunicato che, senza smentire il fatto che il ricovero fosse dovuto al coronavirus, sottolineava come le condizioni dell’imprenditore fossero “assolutamente stabili e buone” e spiegava che “domenica sera, accusando leggera febbre e sintomi di spossatezza, si è recato al San Raffaele per un controllo. E’ stato ricoverato e sottoposto a un check up generale e resta sotto controllo medico”. 

Gimbe: “Focolaio al Billionaire e reparto non Covid, problema di sanità pubblica” – Il presidente della fondazione Gimbe Nino Cartabellotta interviene sul caso per sottolineare che “la positività (o meno) al Sars-CoV2 di Briatore non è un tema da talk show, ma un rilevante problema di sanità pubblica, visti il numero dei suoi contatti, il focolaio al Billionaire, le notizie sul suo ricovero in un reparto non Covid19”. Ha infatti subito suscitato polemiche la scelta di ricoverare l’imprenditore nel reparto Solventi e non in una sezione speciale. D’altra parte è un’ipotesi prevista e già utilizzata nello stesso ospedale con l’ex capo della Protezione civile Guido Bertolaso, sistemato in una stanza isolata, trattato secondo tutti i protocolli di sicurezza.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: