L’iPhone pieghevole è sempre più vicino, ecco quello che sappiamo

Il primo iPhone pieghevole di Apple sarebbe già in fase di test e le sue caratteristiche sarebbero pronte a lasciarci a bocca aperta

L’iPhone pieghevole sarà presto una realtà. A quanto pare Apple avrebbe già fabbricato diversi prototipi attualmente in fase di test per metterne alla prova la resistenza. Secondo il portale taiwanese Economic Daily News due prototipi di smartphone pieghevoli, in particolare, avrebbero superato la fase di prova nello stabilimento di Foxconn, in Cina. Stando alle prime notizie trapelate, uno dei due sarebbe un telefono pieghevole in senso verticale, simile al Galaxy Z Flip di Samsung. L’altro, invece, sarebbe un device con due schermi collegati tra loro, simile invece al Galaxy Z Fold di Samsung.

Da tempo, d’altronde, si vocifera che Apple sia al lavoro su un dispositivo pieghevole o con un doppio schermo; la compagnia avrebbe già un brevetto per un telefono di questo tipo dal 2017, e si pensava inizialmente a un lancio nel 2020. Questo in realtà non è accaduto, ma può essere che il rinvio sia stato causato dalla pandemia globale dovuta al Covid-19.

Anche il leaker seriale Jon Prosser, lo scorso giugno, ha parlato di un probabile iPhone con doppio schermo. Secondo questa anticipazione il telefono avrebbe due schermi separati, che però sembrerebbero «sufficientemente continui e senza problemi» una volta dispiegati e uniti tra loro. Un altro brevetto a quanto pare depositato da Apple in questi giorni, invece, descriverebbe uno smartphone con schermo pieghevole, nel quale «la prima e la seconda parte della struttura del dispositivo sarebbero in grado di unirsi attraverso una cerniera meccanica». Secondo le nuove indiscrezioni sarebbe ancora presto per dire quando Apple lancerà uno di questi modelli pieghevoli, anche se si potrebbe già parlare del 2022. O del 2023. 

La caratteristica principale del nuovo modello

Non è tutto. Un nuovo brevetto Apple è stato reso pubblico di recente, e conferma che in quel di Cupertino si starebbe lavorando a uno speciale schermo per il nuovo iPhone capace di autoripararsi in caso di graffi o piccoli danni. Si tratterebbe di un qualcosa di completamente innovativo, che nessuna altra compagnia è mai riuscita a integrare nei propri dispositivi. Questa funzione potrebbe essere sia automatica sia attivabile manualmente una volta rilevati i danni. Secondo questo brevetto la superficie dello schermo dell’iPhone del futuro conterrebbe speciali elastomeri, capaci di recuperare il proprio stato originale attraverso il calore, la luce o la corrente elettrica.

Apple si converte alla moda dei pieghevoli

Apple è da sempre un brand più conservatore – rispetto a Samsung – quando si tratta di sperimentare con la forma dei propri dispositivi; la tecnologia dei device pieghevoli, però, risulta oggi sufficientemente testata e sicura per essere adottata in modo più ampio. Da qui la quasi-certezza che Apple sia ormai sul punto di lanciare il proprio iPhone pieghevole: d’altronde è più di un anno che vengono depositati brevetti sulle diverse tecnologie di cui questo prodotto potrebbe disporre. Difficilmente, però, il lancio avverrà nel corso di quest’anno insieme con l’arrivo dell’iPhone 13. Anche secondo DigiTimes il 2022 risulta al momento l’anno più probabile per questa rivoluzione in casa Apple.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: